La scelta del software del sito di E-commerce

La scelta del software è determinante esattamente come la scelta del partner tecnologico che deve aiutarvi nello sviluppo del software, quando si parte con un progetto di E-commerce.

La scelta del software del sito di E-commerce

È vero che mettersi a vendere online non è una questione di tecnica, ma di capacità commerciali, nella comprensione della dimensione digitale del business. Ma purtroppo, la tecnica c’entra. C’entra perché è un programma, un software, che fa girare il vostro business. Se funziona male il programma funziona male il business. Se ci sono problemi con il programma, ci sono problemi con il business.

È importante scegliere il software del sito E-commerce non solo per le funzionalità che porta con se un sistema rispetto ad un altro, ma anche per le possibilità di sviluppo, di personalizzazione e di modifiche successive che il software di E-commerce permette.

Quando si inizia, non si sa molto dello scenario che ci si troverà davanti dopo uno o due anni. Sì, certo, si possono fare dei business plan, ma poi, alla realtà dei fatti, bisogna adattarsi alle dinamiche del mercato e dei clienti. Per questo capita spesso che, dopo i primi tempi, comincino a nascere delle necessità che all’inizio del progetto non c’erano.

Il software di E-commerce open source: il costo è l’installazione, la configurazione e le personalizzazioni

La scelta della piattaforma incide ovviamente sul costo iniziale, ma incide anche in un secondo momento, quando si andranno a personalizzare le funzioni del proprio store online (a seconda del software scelto potrà costare più o meno).

Per partire ci sono delle ottime piattaforme proprietarie opensource: Prestashop, Magento, Woocommerce, NopCommerce. Noi utilizziamo sempre WooCommerce che, di default, è la prima soluzione che proponiamo ai nostri clienti. L’installazione e la prima configurazione di un software opensource può costare dai 300 € agli 800 €.

Il software proprietario (soluzione presente sul mercato o realizzato ad hoc)

Ovvio ci sono altre possibilità, per chi non vuole un software opensource. La prima è quella di farsi sviluppare da zero un sistema totalmente personalizzato, costruito ex novo. Parliamo di cifre che sono superiori ai 20.000 €. La seconda è quella di acquistare un software esistente in commercio. E qua si va dalle poche migliaia alle centinaia di migliaia di Euro.

In entrambe i casi, sarete legati vita-natural-durante con chi ve lo sviluppa o lo vende. A meno che in futuro non scegliete di cambiare piattaforma. Il vantaggio, per contro, è che se qualcosa non funziona a dovere, avete qualcuno a cui dar la colpa.

Con l’opensource non è così: chi ve lo installa e configura non è responsabile di bug e malfunzionamenti del software, non è responsabile nessuno perché il software non l’avete pagato a nessuno, ma dovrete pagare gli sviluppatori per risolvere eventuali problemi che potrebbero sorgere.

Funzionalità aggiuntive: acquisto moduli e sviluppo ex novo

Uno dei grandi vantaggi del software installato sul proprio server è quello di poter sviluppare funzioni personalizzate sulle necessità del business, tagliate sartorialmente sulla tipologia di negozio online, sulle necessità dei clienti o del proprietario dell’E-commerce. Cosa che ovviamente, è limitata sulle grandi piattaforme a pacchetto configurabile e gestibile online. A meno di rivolgersi direttamente ai gestori della piattaforma. E con il limite di essere all’interno di un sistema complesso.

Qui il costo sale di molto nel caso di software proprietari che hanno bisogno di uno sviluppo personalizzato per la maggior parte delle funzioni. Per l’opensource, specialmente per WooCommece, ci sono un sacco di soluzioni già pronte – moduli – acquistabili. Poi possono essere personalizzati con facilità, nel caso di modifiche.

Le funzionalità aggiuntive possono essere quelle di condivisione dei prodotti, il connettore con il magazzino del proprio programma gestionale o con il CRM aziendale, un filtro per navigare in modo differenti tra i prodotti, la possibilità di gestire delle categorie come shop privato e qualsiasi cosa vi venga in mente che non c’è tra le funzioni basilari-essenziali di una piattaforma di E-commerce moderna.

Ipotizzate un budget di 1.000/3.000 € per le funzioni aggiuntive e la loro integrazione all’interno del progetto grafico, che potrebbe alzarsi considerevolmente, a seconda del tipo e complessità di sviluppo delle funzioni richieste.

Clicca qui per richiedere un preventivo gratuito.

Condividi con i tuoi amici!

Potrebbe interessarti anche...